Sharing is caring!

faq

In questa sezione abbiamo provato a raccogliere, senza pretesa di esaustività, le domande più comuni che è bene porsi prima di avvicinarsi alla pratica del karate o, più in generale, di un’arte marziale. Buona lettura.

D: COS’E’ IL KARATE?

R: il karate è molte cose. Uno sport, una disciplina, una filosofia di vita. Dipende dallo spirito con cui ne viene vissuta la pratica che, come spesso accade, può cambiare nel tempo. Per i più piccoli il karate deve essere soprattutto gioco e divertimento. Al gioco si accompagna, ed in seguito subentra, la pratica sportiva, di tipo amatoriale o agonistico. Dopo aver maturato con l’esperienza una certa consapevolezza sarà l’atleta a decidere in che modo rapportarsi col karate e a che livello approfondirne lo studio. Per questo motivo il karate è un’attività adatta a tutti in quanto il tipo e l’intensità dell’allenamento vanno adeguati agli obiettivi che un praticante si pone (la forma fisica piuttosto che la partecipazione a competizioni o l’apprendimento di tecniche di autodifesa, ecc).

D: A CHE ETA’ E’ POSSIBILE COMINCIARE?

R: accettiamo solo bambini in età scolare o, eccezionalmente, che stiano per compiere i sei anni.

D: CI SONO CONTROINDICAZIONI ALLA PRATICA?

R: nessuna, in assenza di patologie particolari. L’attività fisica sarà commisurata all’età ed al grado di allenamento dell’atleta.

D: COSA OCCORRE PER INIZIARE?

R: basta una tuta da ginnastica e un paio di ciabatte per il tragitto spogliatoio – palestra, perché si lavora scalzi. Per tutti: occorre, ovviamente, essere in regola con il certificato medico. Si consiglia di acquistare la divisa (karategi) solo dopo aver deciso di iscriversi al corso.

D: COME DECIDERE A CHE CORSO ISCRIVERSI?

R: principalmente in base all’età e cioè, indicativamente:

  • bambini dai 6 ai 12 anni
  • ragazzi / adulti dai 13 anni in su

Verranno poi valutati i singoli casi, tenendo conto anche di altri fattori (livello di preparazione, costituzione fisica, capacità di attenzione/apprendimento, ecc).

D: QUANTO TEMPO C’E’ PER DECIDERE SE ISCRIVERSI AL CORSO?

R: per i nuovi arrivati le prime 2 lezioni sono di prova, per cui gratuite. Si potrà poi scegliere il tipo di abbonamento più congeniale alle proprie esigenze/aspettative (mensile/bimestrale/ quadrimestrale/annuale) o, se si è molto in dubbio, pagare per un certo periodo le singole lezioni). Ovviamente se il periodo di abbonamento è più lungo le tariffe sono, proporzionalmente, più basse.

D: QUANTO TEMPO OCCORRE PER IMPARARE?

R: non si finisce mai di imparare.

D: QUANTO TEMPO OCCORRE PER RAGGIUNGERE UN BUON LIVELLO?

R: dipende cosa si intende con buon livello, inoltre la cosa è molto soggettiva e dipende da vari fattori (età, assiduità di frequenza, attitudini individuali, ecc). Come esempio puramente indicativo una persona adulta impiega, con una pratica costante, in media 5-7 anni per conseguire il grado di 1° Dan (cintura nera). Per i bambini i tempi sono generalmente più lunghi non avendo ancora questi ultimi le capacità di apprendimento di un adulto. Tuttavia, nel lungo periodo, il fatto di aver cominciato in giovane età porta ad un maggiore sviluppo delle capacità coordinative dell’atleta, un grosso vantaggio nei confronti di chi ha intrapreso la pratica solo nell’età adulta.

D: QUAL E’ IL RISCHIO DI FARSI MALE?

R: sebbene il karate sia nato come strumento di difesa, nella pratica moderna è essenziale imparare il controllo della tecnica. Ciò significa che nessun colpo deve mai venire a contatto col bersaglio ma arrestarsi ad una certa distanza da esso. Questo, ovviamente, non annulla la possibilità di “incidenti” ma fa sì che, se la disciplina viene praticata con criterio, i rischi di un infortunio non siano molto diversi da quelli di una qualsiasi altra attività sportiva.

D: COME SCEGLIERE QUALE CORSO FREQUENTARE?

R: prima d’iscrivervi ad una palestra della vostra città, cercate sempre di valutare l’insegnante, non solo da un punto di vista tecnico. Chiedete di conoscere il suo “curriculum”, verificate la sua formazione, informatevi sul suo percorso di vita. Non affidatevi e non affidate i vostri cari, soprattutto se bambini, per i quali il Maestro dovrà essere anche un eccellente educatore, alla “palestra più vicina a casa “. Praticare sotto la direzione di un buon maestro, è molto più importante della comodità logistica.