Sharing is caring!

«Nel Karate non si può
raggiungere lo spirito senza passare attraverso il corpo,
vincere l’avversario senza vincere se stessi…
…attraverso la nostra ricerca arriveremo ad una conoscenza
approfondita di noi stessi, poi all’armonia con l’universo, poi al silenzio.
In questo silenzio percepiremo l’avversario, la sua presenza, il suo corpo,
la sua respirazione, le sue intenzioni.
Questo avversario cercherà di rompere la nostra armonia.
Un solo istante passerà tra la sua decisione e il suo movimento.
In quell’intervallo di tempo, per minimo che sia, noi agiremo.
Nel Budo il combattimento comincia al momento in cui percepiamo
la presenza aggressiva dell’avversario e termina all’inizio del suo movimento.
In un vero combattimento di Budo ci sono pochissimi movimenti.
L’uomo superiore deve essere in grado di donare la pace».

 

Tetsuji Murakami